La pista ciclabile da Levanto a Framura

C’era una volta una vecchia linea ferroviaria…che divenne la più bella pista ciclabile della Riviera.
Il tratto di ferrovia che da La Spezia conduce a Sestri Levante mise a dura prova le capacità costruttive degli ingegneri dell’epoca.
Si era a metà dell’Ottocento e l’opera dovette sembrare davvero ciclopica ai tecnici che si trovarono ad affrontare sbarramenti montuosi, coste tortuose e spesso accessibili solo via mare.
Si rendeva necessario bucare colline, svuotarle, metterle in sicurezza e provvedere allo smaltimento dei detriti, avendo a disposizione solo poche mine e tanto lavoro muscolare. Si trattò dell’intervento forse più costoso tra quelli realizzati in Italia, nell’ambito dei trasporti su rotaia.
Furono finalmente edificate le piccole stazioni, ognuna con il suo buffet, l’edicola, il deposito bagagli, il giardinetto con l’immancabile vasca dei pesci rossi.
Era il 1874 quando fu inaugurata la stazione di Levanto. Era una meraviglia vedere la locomotiva sfrecciare e lanciarsi anzi tuffarsi in quelle gallerie tanto vicine al mare.
Il buio ma ecco riapparire subito lì una baia, là uno scoglio ed infine la spiaggia sottostante la massicciata.
Qualcuno ancora ricorda le grida di ammirazione dei passeggeri che attoniti, all’improvviso si vedevano quasi catapultati tra le onde, accecati dal sole.
Nel 1971 passò l’ultimo treno davanti al mare, la linea ferroviaria era stata spostata a monte.
Seguirono lunghi, troppi anni di abbandono e degrado, nei più giovani si era persa perfino la memoria di ciò che era stato, forse perché non avevano mai udito il fischio del treno perdersi nell’onda.

La metamorfosi si è conclusa negli anni 2010-2011 allorché il tratto Levanto – Bonassola – Framura è divenuto uno splendido percorso riservato a ciclisti e pedoni.
Sono circa 6 km. di strada rettilinea su asfalto che alterna tratti in galleria illuminata ad ampi spazi aperti direttamente sul mare.
Un panorama sempre nuovo con giochi di luce e di ombre si apre ogniqualvolta usciamo da un tunnel.

Il percorso è posto in sicurezza e molto frequentato in qualsiasi stagione ed ora del giorno. C’è posto per tutti, ciclisti e podisti, ma anche pattinatori, famiglie con bambini, disabili in carrozzella, quindi attenzione e rispetto per gli altri!

Percorso: Levanto – Bonassola – Framura
Lunghezza: km 6
Tempo effettivo di percorrenza a piedi un’ora , in bicicletta 30 minuti
Se non volete andare a piedi, prendete le bici a disposizione degli ospiti dell’Hotel e cominciate a pedalare; la prima parte è caratterizzata da brevi gallerie e tratti aperti sul mare, incontrate una bella spiaggetta e un altro paio di ottimi posti per fare un tuffo.
Appena usciti dalla galleria che precede Bonassola, parcheggiate le bici e prendete il sentiero sulla sinistra in direzione “ Punta del Carlino”; sono solo pochi minuti di cammino ma vi assicuro che ne vale davvero la pena, vi troverete a picco sulla scogliera.
Ritornati alle biciclette, attraversate ora Bonassola per proseguire, sempre in galleria, fino a Framura.
Questa è la parte in galleria più lunga, a metà percorso, si apre una fantastica finestra sulla costa ligure, le Roccie Rosse, quasi alla fine del tunnel si trova un cunicolo un po’ buio ma molto breve, percorretelo senza timore, si apre in un incantevole baia.

Se volete fare il bagno, questo è il posto giusto: poca gente, acque limpide, pace assoluta.
Se invece preferite una spiaggia più tradizionale, appena prima di arrivare a Framura, scendete nella piccola e deliziosa spiaggia di Porto Pidocchio.
Giunti a Framura lasciate le biciclette, non dimenticando di assicurarle con il lucchetto in dotazione e scendete con la scala o l’ascensore al piccolo porticciolo.
Appena sopra c’è un baretto, luogo ideale per uno spuntino o un aperitivo.
Framura naturalmente non finisce qui, altra spiaggia verso nord e poi si sviluppa in piccoli borghi per circa 3 km salendo verso l’alto.
Per la visita di Framura vi rimandiamo a questa pagina “alla scoperta di framura”.
Insomma uno scenario davvero unico, libero dalle automobili, dove poter fare sport, passeggiare, sorseggiare un bicchiere di vino in uno dei bar lungo il percorso……in poche parole relax assoluto!

Se avete compiuto il percorso a piedi e siete stanchi potrete ritornare a Levanto con il treno in 10 minuti oppure se siete buoni camminatori potrete percorrere lo splendido sentiero n.1 che sale in collina e vi riporta a Bonassola e poi Levanto. (h. 3.30 ca.).